Alberobello

Alberobello

Alberobello

Il fascino dei trulli e tanto altro!

I Trulli: costruzioni in pietra di origine contadina, portano nei loro coni messaggi di buon auspicio, segni pagani, magici, cristiani ed ebraici.

UN PO' DI STORIA

Il nome attuale di Alberobello deriva dal latino medievale "silva arboris belli". La nascita dei primi trulli risale già all'epoca preistorica, quando nella Valle d'Itria iniziarono già a diffondersi i primi tholos, ossia tipiche costruzioni usate per seppellire i defunti. Ad Alberobello tuttavia, i trulli più antichi sono del XIV secolo quando ormai, quella che sembrava destinata ad essere una terra disabitata, venne affidata prima al Conte di Conversano e poi al re di Napoli, cominciando così nuovamente a ripopolarsi, sino a formare dei veri e propri villaggi, soprannominati: Aja Piccola e Monti. A metà del XVI secolo l'area di Monti fu occupata da una quarantina di trulli e solo nel 1620 Alberobello acquisì la fisionomia di insediamento indipendente, sino ad ottenere nel 1797 il titolo di città reale dal Re di Napoli Ferdinando IV di Borbone.

DA NON PERDERE

  • I Trulli
  • Il Trullo Sovrano
  • Il Trullo Siamese
  • Chiesa di Sant'Antonio
  • La Casa d'Amore
  • Museo del Territorio

CURIOSITA'

- Il pinnacolo è l'estremità superiore del trullo ed è di solito formata da tre pietre sovrapposte: una di forma cilindrica, l'altra a forma di piatto e l'ultima a sfera.
- Per la loro tipicità, i trulli sono stati inseriti nel 1996 dall'UNESCO nella World Heritage List.
- La Casa d'Amore è stata la prima casa costruita a calce. Oggi ospita il locale ufficio turistico.

Le nostre proposte

Le nostre proposte

Le nostre proposte

OvunqueTuVoglia.com, un servizio fornito da "SalentoGold - Agenzia Viaggi & Tour Operator" con autorizzazione Regione Puglia, REA LE309552 - SCIA prot. n. 90615 (del 18.12.2014, ai sensi della l.r. 15 Novembre 2017 N°34 come modificata dalla l.r. 18
Contattaci